Località: Val di Fumo (TN)

Quota: 1.918 m

Telefono: +39 0465-674525

Fax:

Gestore: Mosca Gianni

Telefono gestore: +39 0465-804107 - +39 327/4419578

Sito:

Email: -

Descrizione

CAI-SAT Nel Parco naturale Adamello-Brenta la Val di Fumo, tratto superiore della Val Daone è tra le più suggestive valli alpine di origine glaciale. Il rifugio domina la conca di prati e rododendri all’altezza della Malga Val di Fumo. È dotato di 50 posti letto ed è aperto dal 2 giugno alla seconda domenica di ottobre (il periodo di apertura può variare a seconda delle condizioni del tempo). Aperto fino a metà ottobre.

Accessi

da Praso strada per la Val Daone (23 km) fino al Lago di Malga Bissina (parcheggio); poi sentiero n. 240 fino al rifugio (ore 1,30).

Itinerari raccomandati

al rifugio "Ai Caduti dell'Adamello" percorrendo la valle nella sua interezza e salendo al passo val di Fumo e attraverso il pian di neve fino ai piedi delle Lobbie; la Val di Fumo e il suo rifugio sono consigliati a tutti coloro che si avvicinano alla montagna e vogliono compiere passeggiate e trekking in una cornice ambientale inimitabile; il lago di Campo: è un piccolo laghetto da cui si ammira un bel panorama sulla Val di Fumo, sul Lago di Malga Bissina e il versante sud-occidentale del Carè Alto, le catene di montagne circostanti. Il sentiero (segnavia n. 242) parte dal parcheggio presso il Lago di Malga Bissina ed in circa 50' raggiunge il piccolo lago a 1.944 m; proseguendo in un’ora si raggiunge il Passo di Campo 2.296 m, da dove è possibile scendere in Val Saviore o salire alla cima del Monte Re di Castello, 2.889 m. Un’interessante attraversata d’alta montagna è quella al rifugio Carè Alto attraverso il Passo delle Vacche, 2.872 m, sulla cresta sud est del Carè Alto (sentiero n. 222), la Val Dossón e la Bocca di Conca 2.674 m (ore 4,30). Attorno a Passo delle Vacche si incontrano numerose testimonianze della Grande Guerra. In misura ancora maggiore al Passo San Valentino 2.765 m, che si raggiunge con il sentiero n. 248 (ore 3). Scesi nella Valleta alta si incrocia il sentiero n. 224 che sale alla casina Dossòn e si può rientrare al rifugio Val di Fumo riguadagnando il Passo delle Vacche.